CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Sezione interamente dedicata alla manutenzione, alla riparazione, alla risoluzione di problemi ed alle migliorie apportabili all'acquascooter.

Moderatore: Moderatori

Regole del forum
Prima di aprire un nuovo topic, accertarsi di rispettare la:
REGOLA DELL' ACCODAMENTO DEI MESSAGGI AI TOPIC GIA' ESISTENTI

Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda ƒisher » domenica 29 settembre 2013, 18:48

ƒisher ha scritto:ho un dubbio riguardo la corretta posizione della vite del massimo per una carburazione ottimale :

ammettiamo che con la vite a ore 11 il motore sia grasso e non raggiunga la massima potenza mentre a ore 12 raggiunga la massima potenza per poi comportarsi in maniera invariata ( cioè mantenendo la massima potenza ) fino a ore 3...

in questo caso la carburazione ottimale la si ottiene tenendo la vite del massimo a ore 00 , 1, 2 o 3 ?! :mmm:


Ciao
:ciao:


mi sono letto tutto il topic ... :) ma a questa mia domanda non ho trovato risposta... :ammicca:

:ciao:
AS 650 SuperMagnum
Avatar utente
ƒisher
Avanced User
Avanced User
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2012, 11:26
Località: AS 650 SuperMagnum


Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda mitraglia » domenica 29 settembre 2013, 21:39

ƒisher ha scritto:ho un dubbio riguardo la corretta posizione della vite del massimo per una carburazione ottimale :

ammettiamo che con la vite a ore 11 il motore sia grasso e non raggiunga la massima potenza mentre a ore 12 raggiunga la massima potenza per poi comportarsi in maniera invariata ( cioè mantenendo la massima potenza ) fino a ore 3...

in questo caso la carburazione ottimale la si ottiene tenendo la vite del massimo a ore 00 , 1, 2 o 3 ?! :mmm:


Ciao
:ciao:


per smagrire si gira la vite H in senso orario
non c'è una posizione ottimale di messa a punto tipo le 7,15 o le 8,30,
se lo vuoi mettere a punto non hai bisogno di regolarlo al mare o in vasca, basta che usi un semplice tubo da giardino , apri il rubinetto e lo posizioni sopra la calotta del pistone per raffreddare in questo modo il motore può stare acceso tranquillamente senza correre rischi,a questo punto ti regoli il tuo minimo senza problemi tenendo presente che lo scoppiettio deve scandire bene i 4 tempi.
Immagine

ARCHIMEDE PITAGORICO DEL FORUM ANNO 2012-13

Immagine
Avatar utente
mitraglia
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3190
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2009, 18:07
Località: Arezzo


Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda ƒisher » lunedì 30 settembre 2013, 9:26

mitraglia ha scritto:
ƒisher ha scritto:ho un dubbio riguardo la corretta posizione della vite del massimo per una carburazione ottimale :

ammettiamo che con la vite a ore 11 il motore sia grasso e non raggiunga la massima potenza mentre a ore 12 raggiunga la massima potenza per poi comportarsi in maniera invariata ( cioè mantenendo la massima potenza ) fino a ore 3...

in questo caso la carburazione ottimale la si ottiene tenendo la vite del massimo a ore 00 , 1, 2 o 3 ?! :mmm:


Ciao
:ciao:


per smagrire si gira la vite H in senso orario
non c'è una posizione ottimale di messa a punto tipo le 7,15 o le 8,30,
se lo vuoi mettere a punto non hai bisogno di regolarlo al mare o in vasca, basta che usi un semplice tubo da giardino , apri il rubinetto e lo posizioni sopra la calotta del pistone per raffreddare in questo modo il motore può stare acceso tranquillamente senza correre rischi,a questo punto ti regoli il tuo minimo senza problemi tenendo presente che lo scoppiettio deve scandire bene i 4 tempi.


ciao,
grazie per la risposta ma , a parte che il nostro aquascooter è un 2 Tempi... ;) forse non hai letto bene o non hai capito cosa volevo dire :)

...il mio riferimento all'orologio voleva solo essere un esempio tanto è vero che ho iniziato scrivendo "ammettiamo" ...

lo stesso concetto lo posso esprimere anche in questo altro modo che forse risulta piu' chiaro... :

il motore , in acqua, gira grasso così giro la vite del massimo in senso orario finchè raggiungo la massima potenza...a questo punto lascio la vite in quella posizione o avanzo ancora di 1/8 di giro ?!
...perchè ho notato che se avanzassi di 1/8 di giro l'aquascooter mantiene ugualmente la massima potenza ma ovviamente la carburazione viene ulteriormente smagrita...


:ciao:
AS 650 SuperMagnum
Avatar utente
ƒisher
Avanced User
Avanced User
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2012, 11:26
Località: AS 650 SuperMagnum


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda mitraglia » lunedì 30 settembre 2013, 15:31

si scusa il lapsus :doh: dei quattro tempi ,volevo dire che quando la carburazione è ottimale si devono scandire bene" i tempi "cioè lo scoppiettio deve essere ben scandito . :ciao:
Immagine

ARCHIMEDE PITAGORICO DEL FORUM ANNO 2012-13

Immagine
Avatar utente
mitraglia
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3190
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2009, 18:07
Località: Arezzo


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda giuseppeottantuno » giovedì 3 ottobre 2013, 22:17

Buona sera ragazzi , leggendo un post sulla sostituzione delle membrane carburatore ho letto che su gli aquascooter elaborati è consigliato invertire le membrane dal lato dello spillo,volevo sapere, x quale motivo ?
giuseppeottantuno
Junior member
Junior member
 
Messaggi: 54
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 19:52
Località: catania


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda mitraglia » venerdì 4 ottobre 2013, 22:25

giuseppeottantuno ha scritto:Buona sera ragazzi , leggendo un post sulla sostituzione delle membrane carburatore ho letto che su gli aquascooter elaborati è consigliato invertire le membrane dal lato dello spillo,volevo sapere, x quale motivo ?

linka il post dove lo hai letto così constatiamo...mi sembra strano. :mmm:
Immagine

ARCHIMEDE PITAGORICO DEL FORUM ANNO 2012-13

Immagine
Avatar utente
mitraglia
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3190
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2009, 18:07
Località: Arezzo


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda paluzzo » sabato 5 ottobre 2013, 6:31

L'ho scritto io.
In accelerazione, l'apertura dello spillo, è più sensibile.
Questo permette di avere a disposizione subito più quantità di benzina.
Lo si può ottenere anche diminuendo il gioco tra il bilancino/spillo e la membrana.
:ciao:
CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Immagine

Un abbraccio da dietro a tutti
Avatar utente
paluzzo
Platinum Member
Platinum Member
 
Messaggi: 8156
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2008, 11:58
Località: Palermo


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda giuseppeottantuno » domenica 6 ottobre 2013, 13:41

Grazie Pauluzzo come sempre , ho letto pure che conviene eliminare pure il copricallotta x avere un raffreddamento migliore del gruppo termico , confermi detto ciò ? Colgo l occasione x farti sapere che As che ho acquistato tempo fa direttamente da te ad Ognina di Siracusa va ancora alla grande..
giuseppeottantuno
Junior member
Junior member
 
Messaggi: 54
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 19:52
Località: catania


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda giuseppeottantuno » domenica 6 ottobre 2013, 14:22

Risposta trovata !! Posso fare a meno del copricallotta in plastica.
giuseppeottantuno
Junior member
Junior member
 
Messaggi: 54
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2009, 19:52
Località: catania


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda paluzzo » domenica 6 ottobre 2013, 14:44

giuseppeottantuno ha scritto:Risposta trovata !! Posso fare a meno del copricallotta in plastica.



Minkia, ora ricordo !!
Buona navigazione.
:ciao:
CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Immagine

Un abbraccio da dietro a tutti
Avatar utente
paluzzo
Platinum Member
Platinum Member
 
Messaggi: 8156
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2008, 11:58
Località: Palermo


Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda ƒisher » lunedì 7 ottobre 2013, 10:21

ƒisher ha scritto:
mitraglia ha scritto:
ƒisher ha scritto:ho un dubbio riguardo la corretta posizione della vite del massimo per una carburazione ottimale :

ammettiamo che con la vite a ore 11 il motore sia grasso e non raggiunga la massima potenza mentre a ore 12 raggiunga la massima potenza per poi comportarsi in maniera invariata ( cioè mantenendo la massima potenza ) fino a ore 3...

in questo caso la carburazione ottimale la si ottiene tenendo la vite del massimo a ore 00 , 1, 2 o 3 ?! :mmm:


Ciao


per smagrire si gira la vite H in senso orario
non c'è una posizione ottimale di messa a punto tipo le 7,15 o le 8,30,
se lo vuoi mettere a punto non hai bisogno di regolarlo al mare o in vasca, basta che usi un semplice tubo da giardino , apri il rubinetto e lo posizioni sopra la calotta del pistone per raffreddare in questo modo il motore può stare acceso tranquillamente senza correre rischi,a questo punto ti regoli il tuo minimo senza problemi tenendo presente che lo scoppiettio deve scandire bene i 4 tempi.


ciao,
grazie per la risposta ma , a parte che il nostro aquascooter è un 2 Tempi... ;) forse non hai letto bene o non hai capito cosa volevo dire :)

...il mio riferimento all'orologio voleva solo essere un esempio tanto è vero che ho iniziato scrivendo "ammettiamo" ...

lo stesso concetto lo posso esprimere anche in questo altro modo che forse risulta piu' chiaro... :

il motore , in acqua, gira grasso così giro la vite del massimo in senso orario finchè raggiungo la massima potenza...a questo punto lascio la vite in quella posizione o avanzo ancora di 1/8 di giro ?!
...perchè ho notato che se avanzassi di 1/8 di giro l'aquascooter mantiene ugualmente la massima potenza ma ovviamente la carburazione viene ulteriormente smagrita...


:ciao:


qualcunaltro che mi dia la sua considerazione in merito...?!

:ciao:
AS 650 SuperMagnum
Avatar utente
ƒisher
Avanced User
Avanced User
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2012, 11:26
Località: AS 650 SuperMagnum


Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda ƒisher » venerdì 17 gennaio 2014, 12:49

ƒisher ha scritto:il motore , in acqua, gira grasso così giro la vite del massimo in senso orario finchè raggiungo la massima potenza...a questo punto lascio la vite in quella posizione o avanzo ancora di 1/8 di giro ?!
...perchè ho notato che se avanzassi di 1/8 di giro l'aquascooter mantiene ugualmente la massima potenza ma ovviamente la carburazione viene ulteriormente smagrita...


:ciao:


possibile che nessuno sia sia mai posto il problema ?!

:ammicca:
AS 650 SuperMagnum
Avatar utente
ƒisher
Avanced User
Avanced User
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2012, 11:26
Località: AS 650 SuperMagnum


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda orsoorso » lunedì 20 gennaio 2014, 16:39

Il problema è oggettivamente più complesso di quanto possa sembrare.
Sto lavorando al progetto "zero murga" e siccome la regolazione della carburazione è critica ho fatto un pò di prove.
1) se facciamo la carburazione "a secco" (raffreddando cilindro e testata col getto d'acqua, ovviamente) siccome manca la resistenza dell'acqua sull'elica, il motore sale di circa 1200 giri più su di quando lavora davvero, immerso, e la carburazione che poi risulta migliore in mare e quella al limite del troppo grasso, leggasi, aprendo (senso antiorario) la vite "H" fino a quando il motore comincia a fare il quattro tempi. La regolazione è alquanto imprecisa, e di solito la correggo in mare.
2) carburando in vasca, dato che non si ha avanzamento, la resistenza sull'elica è maggiore che nell'uso reale, e si hanno dai 300 ai 400 giri in meno di regime massimo rispetto a "in mare". In questo caso, io regolo la vite "H" partendo da troppo magro, ed aprendo (senso antiorario) fino ad avere il massimo dei giri, quindi apro ancora di 1/16 di giro la vite H.
3) in mare, come in vasca, ma non aggiungo il 1/16 di giro in più.

Risultato: pochissima murga, candela di un bel colore nocciola chiaro.

Il problema "teorico" è che il tiolo di miscela aria/carburante ha un certo campo di variabilità senza effetto immediato su potenza e numero di giri. Mantenendosi sul "magro" si consuma meno, ma se si viaggia a lungo a gas spalancato si rischiano danni da sovrariscaldamento locale (leggasi buco) al cielo del pistone, se si sta troppo sul grasso, si inquina (tanta murga) e si sporca facilmente la candela.
Ho notato che il supermagnum è un po' meno sensibile alla carburazione, credo che sia dovuto al minor volume morto della camera di manovella (volani pieni) e quindi ad un miglior riempimento, ma soprattutto al fatto che il supermagnum prende tutti i giri solo se carburato piuttosto sul grasso, infatti, a parità di velocità, consuma comunque circa il 15% in più dei miei vecchi 450.
Tutto questo per gli AS NON elaborati.
Per i missili alla Paluzzo, chiedere a lui.



Con questa tecnica,
Avatar utente
orsoorso
Junior member
Junior member
 
Messaggi: 72
Iscritto il: lunedì 30 settembre 2013, 16:30


Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda paluzzo » lunedì 20 gennaio 2014, 20:51

ƒisher ha scritto:
ƒisher ha scritto:il motore , in acqua, gira grasso così giro la vite del massimo in senso orario finchè raggiungo la massima potenza...a questo punto lascio la vite in quella posizione o avanzo ancora di 1/8 di giro ?!
...perchè ho notato che se avanzassi di 1/8 di giro l'aquascooter mantiene ugualmente la massima potenza ma ovviamente la carburazione viene ulteriormente smagrita...


:ciao:


possibile che nessuno sia sia mai posto il problema ?!

:ammicca:


Fisher, mi devi scusare ma non riesco a capire esattamente il problema.
Io direi di partire da zero, potendoti seguire sin dalla taratura base.
In base al tipo di carburatore e con queste temperature regola se è un 600 (L 1 giro e 20 minuti di orologio e H 1 giro)- se modello 650 (L 2 giri e 1/2 e H 2 giri).

Il motore monta gruppo termico 600 o 650 ?
Provi in vasca ?
E' sicuro che il carburatore è pulito ?
Da questo momento vedrò di essere tempestivo nelle risposte.
:ciao:
CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Immagine

Un abbraccio da dietro a tutti
Avatar utente
paluzzo
Platinum Member
Platinum Member
 
Messaggi: 8156
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2008, 11:58
Località: Palermo


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda paluzzo » lunedì 20 gennaio 2014, 21:06

[quote="orsoorso"]Il problema è oggettivamente più complesso di quanto possa sembrare.
Sto lavorando al progetto "zero murga" e siccome la regolazione della carburazione è critica ho fatto un pò di prove.
1) se facciamo la carburazione "a secco" (raffreddando cilindro e testata col getto d'acqua, ovviamente) siccome manca la resistenza dell'acqua sull'elica, il motore sale di circa 1200 giri più su di quando lavora davvero, immerso, e la carburazione che poi risulta migliore in mare e quella al limite del troppo grasso, leggasi, aprendo (senso antiorario) la vite "H" fino a quando il motore comincia a fare il quattro tempi. La regolazione è alquanto imprecisa, e di solito la correggo in mare.
2) carburando in vasca, dato che non si ha avanzamento, la resistenza sull'elica è maggiore che nell'uso reale, e si hanno dai 300 ai 400 giri in meno di regime massimo rispetto a "in mare". In questo caso, io regolo la vite "H" partendo da troppo magro, ed aprendo (senso antiorario) fino ad avere il massimo dei giri, quindi apro ancora di 1/16 di giro la vite H.
3) in mare, come in vasca, ma non aggiungo il 1/16 di giro in più.

Risultato: pochissima murga, candela di un bel colore nocciola chiaro.

Il problema "teorico" è che il tiolo di miscela aria/carburante ha un certo campo di variabilità senza effetto immediato su potenza e numero di giri. Mantenendosi sul "magro" si consuma meno, ma se si viaggia a lungo a gas spalancato si rischiano danni da sovrariscaldamento locale (leggasi buco) al cielo del pistone, se si sta troppo sul grasso, si inquina (tanta murga) e si sporca facilmente la candela.
Ho notato che il supermagnum è un po' meno sensibile alla carburazione, credo che sia dovuto al minor volume morto della camera di manovella (volani pieni) e quindi ad un miglior riempimento, ma soprattutto al fatto che il supermagnum prende tutti i giri solo se carburato piuttosto sul grasso, infatti, a parità di velocità, consuma comunque circa il 15% (direi il 40 % in più)in più dei miei vecchi 450.
Tutto questo per gli AS NON elaborati.
Per i missili alla Paluzzo, chiedere a lui.

Orsoorso, ho i miei dubbi sul fatto che faccia meno giri in vasca.
Non scordare che l'elica si tira tanto di quei gas di scarico che alla fine è perennemente in un vortice di liquido gassoso.
Forse hai una vasca da almeno 2,5 mt di lunghezza ?
Ho pochi dubbi sulla tua prova, ma confermami ciò.

Altra cosa che gira a nostro favore, è che se l'AS è magro da morire, non arriva a bucare il pistone perché si frena prima di uscire fuori zona di sicurezza.
Infatti, a manetta compie pochi minuti di velocità e poi si spegne per mancanza di benzina.
Penso che qualche leggera rigatura l'arrivi a fare, ma non più di tanto.

Murga.
Se parliamo dei vecchi cilindri in cromo con 100 ore d'utilizzo, la murga è molto più facile che si formi e la taratura della carburazione è sensibilissima.
Praticamente ogni uscita, per non avere murga, bisognerebbe carburare.
Nei Nikelati, il margine è molto superiore e sino a quando non hai fatto almeno 200 ore d'utilizzo, la sensibilità è irrisoria.
Certo, se vado io e mi mancano 94 giri all'appello, mi fermo e carburo ! :biggrin

Per la carburazione in vasca, ho sempre dovuto ingrassare ed in qualsiasi periodo dell'anno appena messo in mare, entrambe le viti.
Da 10 a 20 minuti.
Anche la casa costruttrice lo menziona, anche se potrebbe rientrare in una della tante minkiate che consigliano.
:ciao:
Ultima modifica di paluzzo il lunedì 20 gennaio 2014, 21:09, modificato 2 volte in totale.
CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Immagine

Un abbraccio da dietro a tutti
Avatar utente
paluzzo
Platinum Member
Platinum Member
 
Messaggi: 8156
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2008, 11:58
Località: Palermo


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda orsoorso » lunedì 20 gennaio 2014, 22:55

Mi sono permesso di descrivere la mia esperienza, basata su MOLTI MENO casi di quanti ne abbia visti Paluzzo, alla cui esperienza cedo le armi. E' vero, la "vasca" su cui provo in realtà è acqua libera, con un pontile, dove con un sistema di carrucole posso istallare un dinamometro per leggere la spinta, ma non ho l'effetto bagnoschiuma di una vera vasca.
Per i danni al pistone (teorici) un paio di volte sull'AS 450 che usavo come fuoribordo (sempre o quasi a tutto gas) ho notato tracce di erosione locale (microfusione) in corrispondenza della candela, nulla di più, quindi, ancora una volta, Paolo ha ragione, ed il mio ragionamento è da intendersi come una estrapolazione estrema.
In futuro vedrò di essere più preciso.
Per il Supermagnum, per ora non ho superato le 30 ore, e la carburazione la ho riportata a quella originale, dopo alcuni tentativi di smagrire per ridurre il consumo, che portavano però ad un calo di potenza sensibile.
Avatar utente
orsoorso
Junior member
Junior member
 
Messaggi: 72
Iscritto il: lunedì 30 settembre 2013, 16:30


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda paluzzo » martedì 21 gennaio 2014, 1:15

orsoorso ha scritto:Mi sono permesso di descrivere la mia esperienza, basata su MOLTI MENO casi di quanti ne abbia visti Paluzzo, alla cui esperienza cedo le armi. E' vero, la "vasca" su cui provo in realtà è acqua libera, con un pontile, dove con un sistema di carrucole posso istallare un dinamometro per leggere la spinta, ma non ho l'effetto bagnoschiuma di una vera vasca.
Per i danni al pistone (teorici) un paio di volte sull'AS 450 che usavo come fuoribordo (sempre o quasi a tutto gas) ho notato tracce di erosione locale (microfusione) in corrispondenza della candela, nulla di più, quindi, ancora una volta, Paolo ha ragione, ed il mio ragionamento è da intendersi come una estrapolazione estrema.
In futuro vedrò di essere più preciso.
Per il Supermagnum, per ora non ho superato le 30 ore, e la carburazione la ho riportata a quella originale, dopo alcuni tentativi di smagrire per ridurre il consumo, che portavano però ad un calo di potenza sensibile.



Nulla orsoorso, sai benissimo che parlo per esperienza e la meccanica è imprevedibile al solo variare di un parametro.
Nel 450 ci cui tu parli, è possibile per il fatto che avevano accensione a punte platinate e candele di una gradazione differente.
Benzina con 98 numero d'ottani, olii difficilmente sintetici al 100% e l'anticipo che variava in base all'usura delle punte.
Fai un mix e l'erosione del cielo del pistone ci può stare.
:biggrin
CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Immagine

Un abbraccio da dietro a tutti
Avatar utente
paluzzo
Platinum Member
Platinum Member
 
Messaggi: 8156
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2008, 11:58
Località: Palermo


Re: CARBURATORE WALBRO PER MODELLI AQUASCOOTER 600 E 650

Messaggioda ƒisher » martedì 21 gennaio 2014, 14:58

orsoorso ha scritto:Il problema è oggettivamente più complesso di quanto possa sembrare...

...io regolo la vite "H" partendo da troppo magro, ed aprendo (senso antiorario) fino ad avere il massimo dei giri, quindi apro ancora di 1/16 di giro la vite H.
3) in mare, come in vasca, ma non aggiungo il 1/16 di giro in più.

Risultato: pochissima murga, candela di un bel colore nocciola chiaro.



Ciao orsoorso leggo con piacere che anche tu ti sei accorto che : la carburazione ha un certo campo di variabilità senza effetto immediato su potenza e numero di giri :)

anche io carburo esattamente come fai tè... solo che io parto dal troppo grasso , chiudo la vite H ( senso orario ) fino al raggiungimento del massimo dei giri, poi chiudo ulteriormente la vite H di un'altro 1/16 di giro .

quindi nel caso che il campo di variabilità della carburazione sia di circa 1/4 di giro facciamo la stessa cosa :o.k:
AS 650 SuperMagnum
Avatar utente
ƒisher
Avanced User
Avanced User
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2012, 11:26
Località: AS 650 SuperMagnum


Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda ƒisher » martedì 21 gennaio 2014, 15:13

paluzzo ha scritto:
Fisher, mi devi scusare ma non riesco a capire esattamente il problema.
Io direi di partire da zero, potendoti seguire sin dalla taratura base.
In base al tipo di carburatore e con queste temperature regola se è un 600 (L 1 giro e 20 minuti di orologio e H 1 giro)- se modello 650 (L 2 giri e 1/2 e H 2 giri).

Il motore monta gruppo termico 600 o 650 ?
Provi in vasca ?
E' sicuro che il carburatore è pulito ?
Da questo momento vedrò di essere tempestivo nelle risposte.
:ciao:


Ciao paluzzo,

grazie , tengo molto al tuo parere tecnico... :)

ho un As 650 supermagnum

dalla risposta che ho dato a orsoorso arai capito che tipo di carburazione faccio ... è la stessa che fà orso orso solo che lui parte dal troppo magro , mentre io parto dal troppo grasso...

... praticamente sia io che orsoorso teniamo la vita H regolata ad una via di mezzo tra il troppo grasso e il troppo magro, cioè a circa metà del campo di variabilità della carburazione...

volevo appunto sapere cosa ne pensavi
:ciao:
AS 650 SuperMagnum
Avatar utente
ƒisher
Avanced User
Avanced User
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2012, 11:26
Località: AS 650 SuperMagnum


Re: Considerazioni ottimale carburazione vite del massimo

Messaggioda ƒisher » martedì 21 gennaio 2014, 16:03

ƒisher ha scritto:
dalla risposta che ho dato a orsoorso arai capito che tipo di carburazione faccio ... è la stessa che fà orso orso solo che lui parte dal troppo magro , mentre io parto dal troppo grasso...

... praticamente sia io che orsoorso teniamo la vita H regolata ad una via di mezzo tra il troppo grasso e il troppo magro, cioè a circa metà del campo di variabilità della carburazione...

volevo appunto sapere cosa ne pensavi
:ciao:


mi correggo !!!

rileggendo quello che ho scritto mi sono accorto che ho sbagliato ma non riesco a modificare i miei messaggi... :8E:

praticamente quello che ho scritto và tutto bene tranne il fatto del 1/16 di giro che nel mio caso è 1/8 !

quindi aggiusto quello che ho scritto e faccio nuove considerazioni... :biggrin

per orsoorso :

non penso che il campo di variabilità nel carburatore del superMagnum sia di solo 1/8 di giro ... perchè se così fosse vorrebbe dire che io ho sempre carburato al limite del troppo magro ma questo è poco probabile in quanto cercavo sempre un margine di sicurezza dal troppo magro , praticamente io ho sempre cercato di carburare regolando la vite ( in mare ) a circa una via di mezzo del campo di variabilità...

...ora la cosa interessante sarebbe capire è se il campo di variabilità nel carburatore del S.M. è circa 1/8 o 1/4 di giro :biggrin

per paluzzo

il concetto di carburazione che facciamo io e orsoorso a grandi linee non cambia e risulta simile...

cioè , partendo dal troppo grasso , entrambi carburiamo regolando la vite H a circa una via di mezzo dal punto di fine del troppo grasso al punto di inizio del troppo magro...

:ciao:
AS 650 SuperMagnum
Avatar utente
ƒisher
Avanced User
Avanced User
 
Messaggi: 25
Iscritto il: venerdì 21 settembre 2012, 11:26
Località: AS 650 SuperMagnum

PrecedenteProssimo

Torna a Aquascooter Comer - Arkos

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 52 ospiti

cron