Pasta con le sarde

Ricette e consigli per preparare gustosi piatti con i pesci che peschiamo.

Moderatore: Moderatori


Pasta con le sarde

Messaggioda Cressi » lunedì 22 dicembre 2008, 13:26

Pasta con le sarde.
Ingredienti per 5 persone:
1. 1 Kg di sarde
2. 2 rametti di finocchietto selvatico o alternativamente anke le frange del finokkio potrebbero andare, ma meglio quello selvatico
3. un pò d’olio
4. 1 busta di zafferano o alternativamente 2 di colorante alimentare
5. 1 spicchietto di cipolla tritata finemente
6. una decina di acciughe sott’olio
7. un pezzetto di dado o alternativamente un pizzico di sale e pepe
8. 40 grammi di pinoli e uvetta passa
9. 600-650 grammi di bucatini o spaghetti
10. vino bianco

Naturalmente nn è una formula kimica e le quantità possiamo “aggiustarle” così…in itinere a seconda delle preferenze. Io mi attengo a queste però. Per es, a me le sarde piacciono abbondanti e ne metto un kilo, ma anke 700-800 grammi vanno bene, oppure a me l’uvetta e i pinoli piacciono ma c’è anke ki preferisce nn metterli, etc…

Procedimento:
Pulire le sarde, togliere la lisca e la testa e cosa importante desquamarle (le squame rovinerebbero il sugo).
In un tegame mettere il finokkietto ed un pò d’acqua, diciamo 5 dita, o poco più, (insomma nn riempite la pentola), e farlo sbollentare.
In un tegame a parte mettete un pò d’olio d’oliva , la cipolla tritata e i filetti di acciuga e fare rosolare il tutto per poco tempo, badando di mescolare costantemente con un cucchiaio di legno..
Aggiungere le sarde e sfumare con un po’ di vino bianco. Rosolare il tutto sempre per nn molto tempo e, quando le sarde avranno preso un po’ di colore, aggiungere anke il finokkietto e stemperare il tutto con un pò d’acqua con la quale lo abbiamo fatto sbollentare (ma tenete conto ke nn è una minestra, per cui regolatevi).
A questo punto aggiungere i pinoli e l’uvetta, lo zafferano e il pezzetto di dado (o sale e pepe) fino a raggiungere il proprio gradimento.
Non appena le sarde saranno cotte, versare il tutto sulla pasta ke avremo cotto alla maniera tradizionale, mescolare bene il tutto e...BUON APPETITO!!!
E’ una ricetta semplicissima, ke esiste anke in un’altra variante ke se volete vi dico. Metto questa perckè è quella classica.
Naturalmente nn è un piatto realizzabile con il nostro pescato, la metto perkè piatto tipico della mia terra e ke ormai ha ( secondo me meritatamente) attraversato l’oceano.
Se volete qualke kiarimento su qualke passaggio naturalmente kiedete pure.
Ultima modifica di Cressi il lunedì 22 dicembre 2008, 13:30, modificato 2 volte in totale.
Immagine
L'Italia senza la Sicilia non lascia immagine nello spirito:qui è la chiave di tutto.(Goethe)
Articolo adattamenti fisiologici all'apnea:
I parte viewtopic.php?f=26&t=11857
II parte viewtopic.php?f=26&t=12282
Gizzo
Un abbraccio da dietro a tutticit. Paluzzo
Avatar utente
Cressi
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1820
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2008, 14:02
Località: Palermo


Re: Pasta con le sarde

Messaggioda Gizzo » lunedì 22 dicembre 2008, 17:49

Grazie per aver messo questa ricetta perchè la trovo veramente sensazionale. Una volta una amica siciliana mi portò a Ustica e la mangiai per la prima volta (la pasta). Da quel giorno per un'intera settimana la chiesi tutte le sere. Una cosa che vorrei capire meglio è quella del finocchietto. Mi hanno detto che il migliore che si può usare sono i "cacci" o getti iniziali del finocchietto selvatico. Mi hanno anche detto che i siciliani li conservano sotto sale per disporne tutto l'anno. Mi puoi confermare o correggere questa informazione?
I subacquei che si danno arie o sono bombolari o palloni gonfiati.
Non sono un cuoco ma mi piace pescare e mangiar bene
Imagination is intelligence with an erection. - Victor Hugo
Avatar utente
Gizzo
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 2222
Iscritto il: venerdì 6 giugno 2008, 7:03
Località: Roma


Re: Pasta con le sarde

Messaggioda paluzzo » lunedì 22 dicembre 2008, 18:21

Ciao.
Confermo la ricetta e la prelibatezza della pasta con le sarde, sono Palermitano DOC.
Per quanto riguarda il finocchietto, bisogna utilizzare la parte più tenera "i giummiciedda" o getti inziali come dice il Gizzo.
Preferibilmente si raccolgono nei periodi dopo le pioggie e/o primaverili, perchè è il periodo in cui la pianta riprende la crescita.
Nel passato si conservava sotto sale come i capperi, ma oggi si pùò congelare tranquillamente.
Bisogna utilizzare il finocchietto selvatico perchè ha un odore ed un aroma molto intenso, cosa impercettibile nel finocchio classico.
A proposito Gizzo, ho messo una ricetta con saragonel forum.
Provala dopo aver fatto prima la pasta con le sarde.
CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Immagine

Un abbraccio da dietro a tutti
Avatar utente
paluzzo
Platinum Member
Platinum Member
 
Messaggi: 8379
Iscritto il: giovedì 20 novembre 2008, 11:58
Località: Palermo


Re: Pasta con le sarde

Messaggioda Cressi » martedì 23 dicembre 2008, 14:19

...allora quoto quanto detto da paluzzo. nn so da voi ma qua il finokkietto, oltre ke dal fruttivendolo o al supemercatro, lo vendono pure i contadini per strada, per cui nn mancandone mai la disponibilità nn vado io stesso a prendelo in montagna nè tantomeno lo metto sottosale. Credo ke si prendano le collaterali della pianta, nn il gambo centrale...ma ripeto io uso quello già raccolto personalmente dai contadini. Quando ne rimane lo conservo in freezer, dentro i sakkettini appositi, e garantisco ke l'aroma e la fragranza rimangono nalterati.

ps: sono veramente contento ke vi sia piaciuta la pubbliczione di questa ricetta!!!! :ciao:
Immagine
L'Italia senza la Sicilia non lascia immagine nello spirito:qui è la chiave di tutto.(Goethe)
Articolo adattamenti fisiologici all'apnea:
I parte viewtopic.php?f=26&t=11857
II parte viewtopic.php?f=26&t=12282
Gizzo
Un abbraccio da dietro a tutticit. Paluzzo
Avatar utente
Cressi
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1820
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2008, 14:02
Località: Palermo


Torna a Aggiungi un posto a tavola

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti