Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Sezione dedicata alla condivisione delle proprie esperienze di pescatori in apnea.

Moderatore: Moderatori

Condividi su Facebook Condividi questo contenuto su Facebook!
Condividi questo contenuto su Google+

Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda Daniele » martedì 30 maggio 2017, 10:14

Sabato mattina 27/05/2017 mi sveglio alle 5 per una pescatina veloce in modo da poter essere di ritorno per le 9.00/9.30.
Destinazione Otranto e sono in acqua alle 6.30.
Sta montando una forte tramontana e ne approfitto per effettuare agguati e aspetti sottocosta. Purtroppo a parte qualche cefalo spaurito non si vede una pinna degna di nota.
Ad un certo punto vedo due belle seppie in coppia e decido di portarle con me.
Continua la serie di aspetti e agguati, ma niente.
Allora decido di andare a visitare una tana in pochi metri d'acqua in cui più di 8 anni fa pescai un grongo.
Qui il racconto di quella cattura: GRONGO INGORDO DA 2,5 KG

Indovinate cosa ho trovato in quella tana ??

Un altro grongo! Che mi ha salvato dal cappotto.

Non l'ho pesato ma aveva più o meno le stesse dimensioni:
Grongo 27-205-2017.jpg


Per confrontarlo vi inserisco la foto del grongo del 04/04/2009:
grongo_ingordo.JPG


Ovviamente non ho scritto questo topic per l'eccezionalità della cattura ma per condividere con voi una riflessione che ritengo importante.
Come potete leggere nel racconto del 2009, anche in quella occasione soffiava un forte vento da nord e la stagione è più o meno la stessa (aprile nel 2009, maggio quest'anno).

Significa forse che nelle stesse condizioni meteo-marine, nello stesso periodo dell'anno e, ovviamente, nello stesso posto di possono fare incontri simili ?
Io credo di sì.
Come per altro ci insegnano quei forti pescatori che hanno dei veri e propri database con tutti i dati su maree, vento, temperature, ecc ecc, che usano per decidere dove e quando andare a pescare, riuscendo a portare a casa grandi carnieri.

Allora, quando trovate una tana buona, non limitatevi ad annotare solo le mire o le coordinate GPS.
Annotatevi anche la data, l'ora, il vento, la temperatura, la direzione della corrente, il livello di marea ed altri dati che possiate considerare rilevanti.

In futuro, con le stesse condizioni, potreste ritrovare quella stessa tana frequentata dallo stesso tipo di pinnuti che avete catturato la prima volta !
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di Daniele il giovedì 1 giugno 2017, 12:52, modificato 4 volte in totale.
http://digilander.libero.it/pesca_sub
Immagine

CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS

NON DISCUTERE MAI CON UN IDIOTA !
TI PORTA AL SUO LIVELLO E TI BATTE CON L'ESPERIENZA !!!


Immagine
Avatar utente
Daniele
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: martedì 22 aprile 2008, 14:39
Località: Copertino

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda Siniscam » martedì 30 maggio 2017, 13:37

Ottime riflessioni, caro Daniele.
Credo che oltre alle condizioni meteo-marine e di calendario, possano anche influire fase lunare e marea.
Comunque complimenti per la preda e... per la panza ridimensionata... si vede!!! :risatina: :o.k: :o.k: :o.k:
Avatar utente
Siniscam
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 6560
Iscritto il: domenica 17 gennaio 2010, 21:54
Località: San Donato Milanese (MI) ma vivo nel posto sbagliato :-)

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda il Fabio » mercoledì 31 maggio 2017, 10:58

Ottima riflessione!....sono d'accordo con te!!!
A volte non basta segnare la "pietra" dove si è fatta qualche bella cattura....infatti su alcuni dei punti che ho segnato la presenza di pesce non è costante....credo quindi, come dicevi tu, che sia importante capire con quali condizioni è più probabile trovare qualche bel pesce in quei determinati posti!
CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS

Sa miseria tua non esti su dinai...
Sa miseria tua esti in conca...



ARCHIMEDE PITAGORICO DEL FORUM ANNO 2014-15

Immagine
Avatar utente
il Fabio
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3201
Iscritto il: sabato 29 gennaio 2011, 14:03
Località: sud sud sardegna

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda solaris » giovedì 1 giugno 2017, 5:48

Ottima riflessione Daniele e giustissima anche quella di Marco!
Come dice anche Andrea non sarà matematicamente certo di incontrare lo stesso tipo di pesce o un nuovo abitante in quella tana, ma ciò è influenzato anche dal fatto che quella tana sia stata o meno sfruttata / visitata con troppa frequenza.
Certo è , che raccogliendo un campione cospicuo di questo genere di informazioni si nota che effettivamente la tua osservazione è più che valida ;-)

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
Avatar utente
solaris
Staff Tecnico
Staff Tecnico
 
Messaggi: 2045
Iscritto il: domenica 15 maggio 2011, 17:05

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda Dario Motta » giovedì 1 giugno 2017, 12:23

esperienza.... :fischio:
:clap: :clap:
Immagine
Pelagus amo quod patria liberorum est!

Censito N° 853995


CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Avatar utente
Dario Motta
Gold Member
Gold Member
 
Messaggi: 4547
Iscritto il: mercoledì 11 febbraio 2009, 7:22
Località: Solarino(Sr)

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda Antonio De Giorgi » lunedì 5 giugno 2017, 7:50

Il commento nasce spontaneo..........dalle foto si evince chiaramente che sei molto peggiorato!!!! :shifty:
Avatar utente
Antonio De Giorgi
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 2170
Iscritto il: lunedì 5 maggio 2008, 13:27

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda g.shark72 » lunedì 5 giugno 2017, 9:11

Antonio De Giorgi ha scritto:Il commento nasce spontaneo..........dalle foto si evince chiaramente che sei molto peggiorato!!!! :shifty:

:roll: :D
il mare.........un'emozione infinita

Un abbraccio da dietro a tutti by PALUZZO


CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS
Avatar utente
g.shark72
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 8512
Iscritto il: martedì 10 agosto 2010, 15:36
Località: cassino (lazio)

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda Daniele » lunedì 5 giugno 2017, 20:16

Antonio De Giorgi ha scritto:Il commento nasce spontaneo..........dalle foto si evince chiaramente che sei molto peggiorato!!!! :shifty:


Sta parlando il giovanoto di primo pelo :risatina:
http://digilander.libero.it/pesca_sub
Immagine

CLUB OF BLUEFISHES' KILLERS

NON DISCUTERE MAI CON UN IDIOTA !
TI PORTA AL SUO LIVELLO E TI BATTE CON L'ESPERIENZA !!!


Immagine
Avatar utente
Daniele
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: martedì 22 aprile 2008, 14:39
Località: Copertino

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda montalbano_ » mercoledì 7 giugno 2017, 22:24

Ben detto Daniele!!
Tana fa sempre tana!
Vale per le cernie
Per i saraghi e per i gronghi ma anche i polpi . :clap2: :clap2: :clap2:
E le leccie ovviamente :roll: :roll:
Ultima modifica di montalbano_ il mercoledì 7 giugno 2017, 22:25, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
montalbano_
Staff Tecnico
Staff Tecnico
 
Messaggi: 1835
Iscritto il: lunedì 5 luglio 2010, 14:15
Località: Pozzallo RG, Sicilia

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda Vito Fasano » venerdì 9 giugno 2017, 9:43

montalbano_ ha scritto:Ben detto Daniele!!
Tana fa sempre tana!
Vale per le cernie
Per i saraghi e per i gronghi ma anche i polpi . :clap2: :clap2: :clap2:
E le leccie ovviamente :roll: :roll:

soprattutto per le leccie :D
La scienza ha il compito di dare risposte nuove a domande vecchie.
Tutto quello che ha un inizio ha una fine.
Immagine
Avatar utente
Vito Fasano
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: lunedì 21 aprile 2008, 21:52
Località: Surbo, Lecce

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda montalbano_ » venerdì 9 giugno 2017, 18:47

:risatina:
Avatar utente
montalbano_
Staff Tecnico
Staff Tecnico
 
Messaggi: 1835
Iscritto il: lunedì 5 luglio 2010, 14:15
Località: Pozzallo RG, Sicilia

Re: Quando la conoscenza del posto può salvarti dal cappotto

Messaggioda robbytecnico » domenica 11 giugno 2017, 7:42

Bravo Daniele. :clap:
Roberto Tabita
l'acqua è vita
Immagine

"- Ogni volta che vai in mare cerca di essere come il latte di cocco non come il corallo, perchè il corallo è ancora un pezzo di corallo, il latte di cocco ora è il Mare -" (cit.)
Avatar utente
robbytecnico
Gold Member
Gold Member
 
Messaggi: 2525
Iscritto il: sabato 6 febbraio 2010, 21:49
Località: Brugherio (MB)


Torna a Racconti, foto e video di pesca in apnea

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 170 ospiti

cron